Connectingrod.it - homepage
English Version   
       
Email US Connectincrod.it on Facebook twitter Connectingrod  
       
Historical Carjust a lineHistorical Race Carjust a lineHistorical Eventsjust a lineShort Newsjust a lineWec & ELMSjust a lineInterviewsjust a lineGloriesjust a linePhotogallery
Staffjust a lineAbout Usjust a lineLinks
 
Altre Notizie  
   
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
   
1|2|3|4|5
 
WEC & ELMS :

WEC - 6 ore del Nurburgring 2015 – Presentazione

.
Nell’ultimo fine settimana di agosto riparte il WEC dopo la lunga pausa estiva che ha succeduto la 24 ore di Le Mans. Sul circuito del Nurburgring scenderanno in pista 31 macchine, tra le quali le favorite Porsche 919 e Audi R18 e-tron quattro. In pista sia Tandy che Bamber, impegnati rispettivamente in P2 e in GTAm.
   
6 hours of Nurburgring 2015
     
28/08/2015 -

Nell’ultimo fine settimana di agosto riparte il WEC dopo la lunga pausa estiva che ha succeduto la 24 ore di Le Mans. Sul circuito del Nurburgring scenderanno in pista 31 macchine, tra le quali le favorite Porsche 919 e Audi R18 e-tron quattro. In pista sia Tandy che Bamber, impegnati rispettivamente in P2 e in GTAm.

Dopo la lunga sosta estiva, il circus del Wec si appresta a ritornare in pista per l’ultima prova stagionale europea, che per la prima volta nella storia di questo ancor giovane campionato, si svolgerà sul circuito del Nurburgring. Dopo quanto visto a Le Mans, la lotta per il successo assoluto dovrebbe essere limitata a  Porsche e Audi, con un piccolo vantaggio per quest’ultima, viste le caratteristiche del tracciato, mentre in casa Toyota si prevede un’altro calvario, evidenziata la palese inferiorità della TS040 rispetto alle avversarie. Dopo la figuraccia di Le Mans non scenderanno in pista sul circuito tedesco  le Nissan GT-R LM, ma più verosimilmente l’assenza si prolungherà alle altre prove del campionato, considerato che, a voler essere generosi, il prototipo progettato negli USA non va neppure a spingerlo. Tutto il contrario delle Rebellion R-One, rinate dopo la cura invernale firmata AER, che proprio al Nurburgring faranno ritorno nel WEC; alla guida di uno dei due prototipi svizzeri ci sarà ancora una volta Haidfeld, che tuttavia dovrebbe interrompere l’esperienza endurance dopo il week-end di Austin per concentrarsi adeguatamente sugli altri impegni in agenda.

Più combattuta della classe regina potrebbe essere la P2, con la scontata sfida tra Oreca e Ligier che dovrebbe arricchirsi dell’ inserimento della Gibson iscritta dallo Strakka Racing dopo l’accantonamento della tanto bella quanto poco competitiva Dome.  L’equipaggio in questione ha ben figurato nel corso delle prove private svolte proprio al Nurburgring a fine luglio, aiutato certo dal fatto che nel passato dello Strakka già sono state presenti numerose Zytek. Sempre nella categoria farà gradito ritorno Archie Hamilton, che i più attenti ricorderanno aver partecipato alla 24 ore di Le Mans 2013 sempre in P2. Il nipote di quel Duncan che si impose a Le Mans nel 1953 su Jaguar sostituirà il convalescente Amberg ala guida della Morgan del team Morand, a più accreditata tra la schiera dei prototipi meno competitivi ad inserirsi nella lotta per le prime posizioni.

In GTPro, dopo le modifiche al BoP successive la 24 ore di Le Mans, tutto potrebbe accadere, ma una vittoria della Ferrari AF Corse di Bruni-Vilander pare l’opzione più probabile. Dopo le difficoltà di inizio stagione potrebbero dire la loro le Porsche del team Manthey, rinvigorite dall’aria di casa. Inutile dire che, nonostante i successi in P1, la casa di Stoccarda stia vivendo con un certo imbarazzo le difficoltà incontrate dalle 911RSR nei confronti delle Aston Martin e soprattutto della Ferrari, che continua a dominare nonostante una berlinetta giunta all’ultimo anno di competizioni.

Discorso leggermente diverso in  GTAm, dove la Aston Martin di Lamy-Dalla Lana-Lauda è data come grande favorita: ad impensierirla potrebbero essere le Ferrari di Collard-Aguas-Perrodo e Bertolini-Shaitar-Basov, quest’ultima già vincitrice a Le Mans.

Gli spettatori del Nurburgring, oltre a poter ammirare i prototipi endurance più veloci, potranno applaudire due dei vincitori dell’ultima 24 ore di Le Mans: Tandy sarà infatti impegnato alla guida dell’Oreca 05 del team KCMG, con la quale, come già detto, dovrebbe essere protagonista, mentre Bamber sostituirà in GTAm il tedesco Bachler alla guida della Porsche 911 RSR del team Proton, affiancando Ried e Al Qubaisi.

 
a cura di Marco Zanello
 

stampa l'articolo Stampa l'Articolo
invia l'articolo Inoltra ad un amico

 


   

Condividi su:

Condividi su Facebook
Condividi su Yahoo
Condividi su Ok Notizie
Condividi su Digg

 

[ Torna all'elenco articoli ]


 
© 2003/2020 Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari.
Tutti gli articoli, le fotografie e gli elementi grafici presenti in questo sito sono soggetti alle norme vigenti sul diritto d'autore; é quindi severamente vietato riprodurre o utilizzare anche parzialmente ogni elemento delle pagine in questione senza l'autorizzazione del responsabile del sito.