Connectingrod.it - homepage
English Version   
       
Email US Connectincrod.it on Facebook twitter Connectingrod  
       
Historical Carjust a lineHistorical Race Carjust a lineHistorical Eventsjust a lineShort Newsjust a lineWec & ELMSjust a lineInterviewsjust a lineGloriesjust a linePhotogallery
Staffjust a lineAbout Usjust a lineLinks
 
Altre Notizie  
   
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
   
1|2|3|4|5
 
WEC & ELMS :

ELMS - 4 ore dell'Estoril 2015

.
Una gara segnata dal meteo instabile ha visto primeggiare per la seconda volta nel 2015 l’Oreca 05 del TDS Racing, mentre grazie ad un secondo posto il Greaves Motorsport ha riportato a casa il titolo. Ottimo debutto per la Ligier P3 mentre Formula Racing e TDS Racing conquistano rispettivamente il campionato nelle categorie GTE e GTC
   
ELMS - 4 ore Estoril 2015
     
25/10/2015 -

La stagione della ELMS, la terza della gestione ACO, si è chiusa in Portogallo, con la 4 ore dell’Estoril dimostratasi determinante per decretare i campioni 2015.  Sotto un meteo autunnale, contro il quale nulla ha potuto neppure il favorevole clima lusitano, il Greaves Motorsport ha riportato a casa il titolo dopo un digiuno durato tre anni, grazie ad un secondo posto alle spalle del Thiriet by TDS Racing, giunto peraltro secondo in campionato. La forza del team fondato da Tim Greaves, sono state il propendere ancora una volta per l’ex chassis Zytek, ora Gibson, e il riuscire a minimizzare gli errori, andando con costanza a raccogliere punti importanti per il campionato. Due le vittorie conquistate: quella inaugurale a Silverstone e quella ereditata al Paul Ricard a seguito della penalizzazione inflitta allo Jota Sport, alle quali si devono aggiungere il secondo posto dell’Estoril e i quarti ottenuti a Imola e al Red Bull Ring. Unico neo della stagione resta il prematuro ritiro a Le Mans per un problema tecnico, ma la 24 ore, almeno per la ELMS, fa storia a se. Vincitrice all’Estoril e seconda in campionato la nuova Oreca 05, sulla quale per questa ultima prova, è salito Lapierre al posto di Gommendy. A pesare sul bilancio del campionato, sono stati lo sfortunato week-end del Castellet ed il gentile omaggio di Lancaster a Silverstone, quando proprio ad un passo dalla bandiera a scacchi il team francese è stato spedito dal pilota inglese nelle vie di fuga, terminando soltanto terzo. Certo è che per l’Oreca 05 la rincorsa al primo titolo si fa quanto mai complicata: perso quello della ELMS, pare più complicato del previsto anche quello del WEC, dove al momento le Ligier sembrano aver preso il largo.

A recriminare maggiormente è invece lo Jota Sport, quasi campione prima della penalizzazione del Castellet e soltanto terzo nella classifica di fine campionato. Indubbiamente il team guidato da Dolan è stato il più veloce di tutto il campionato, centrando una vittoria alla 6 ore di Spa, prova del WEC, e agguantando il secondo posto a Le Mans, ma gli errori proprio di Dolan a Imola e all’Estoril, dove ampiamente al comando, è finito in testacoda perdendo quasi un giro sugli avversari, e lo svarione del Castellet, quando il team ha lasciato Albuquerque in pista oltre il tempo massimo disponibile, hanno permesso agli avversari di agguantare il titolo. A poco sono servite le quattro Pole Position e gli altrettanti punti in cinque gare; peccato perché sia Albuquerque che Tincknell, meritavano ampiamente questo successo, specie dopo le delusioni vissute da entrambi ad inizio stagione con Audi e Nissan.

Da segnalare una nuova buona prestazione della BR01, terza sul traguardo con Aleshin-Ladigin-Shaitar, nonostante il coupé di Catone sia sembrato meno rapido in terra portoghese rispetto a quanto visto al Castellet. Chiuso il campionato in crescendo, il team AF Racing si concentrerà ora nel preparare l’ultima prova del WEC, quella del Barhain, dove verrà schierato un prototipo: in realtà si tratta di una gara di preparazione alla prossima stagione, quando il team russo farà ritorno ufficiale nel WEC. Altre BR01 dovrebbero prendere la pista nella prossima stagione, acquistate e iscritte da altri team. Poche le probabilità invece di rivedere in pista le Oreca 03, apparse in seria difficoltà nella seconda parte di stagione. Il team Murphy dovrebbe rimanere in ELMS ma difficilmente proseguirà con una biposto così datata. Buio completo invece sull’Ibanez Racing, assente all’Estoril così come già al Castellet. Si è parlato di problemi nell’assetto societario ma più probabilmente, il sapere di non proseguire con il progetto Wolf per una nuova P2, potrebbe aver fatto propendere per un ritiro anticipato. Jose Ibanez sembra così perpetuare la triste nomea di team manager incapace di portare a termine un intero campionato.

Ininfluente per il risultato del campionato della categoria P3, la gara del’Estoril ha visto debuttare la nuovissima Ligier P3, ponendo termine all’egemonia Ginetta. Per la scuderia inglese non si è però trattato del primo raffronto con la concorrenza dal momento che, già nella prima gara della ALMS, oltre alle Ginetta era stata iscritta una Adess. Le prestazioni della barchetta francese sono state incoraggianti; al secondo posto in gara fa da cornice un tempo sul giro prossimo a quello delle migliori Ginetta.

In GTE la vittoria del la BMW iscritta dal Marc VDS ha consegnato il titolo alla Ferrari del Formula Racing, autore di una seconda parte di campionato davvero incisiva. Rizzoli-Laursen-Mac si sono aggiudicati così il campionato, mostrando a tutti come le prestazioni di squadra siano da preferire, almeno in questa categoria, a quelle individuali.

Se il TDS ha dovuto accontentarsi della piazza d’onore tra le P2, l’obiettivo del titolo è stato raggiunto tra le GTC, con il trio Lunardi-Pereira-Dermont ampiamente davanti la Ferrari di Castellacci-Hall. All’Estoril la vittoria di categoria è invece andata ad AF Corse, grazie a Roda-Melkinov-Cioci.

L’appuntamento è per il marzo prossimo, quando le scuderie iscritte si ritroveranno sul circuito del Castellet,  per la due giorni di prove ufficiali che daranno il via al campionato 2016.

 
a cura di Marco Zanello
Photo Giacomo Zanello
 

stampa l'articolo Stampa l'Articolo
invia l'articolo Inoltra ad un amico

 


   

Condividi su:

Condividi su Facebook
Condividi su Yahoo
Condividi su Ok Notizie
Condividi su Digg

 

[ Torna all'elenco articoli ]


 
© 2003/2020 Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari.
Tutti gli articoli, le fotografie e gli elementi grafici presenti in questo sito sono soggetti alle norme vigenti sul diritto d'autore; é quindi severamente vietato riprodurre o utilizzare anche parzialmente ogni elemento delle pagine in questione senza l'autorizzazione del responsabile del sito.