Connectingrod.it - homepage
English Version   
       
Email US Connectincrod.it on Facebook twitter Connectingrod  
       
Historical Carjust a lineHistorical Race Carjust a lineHistorical Eventsjust a lineShort Newsjust a lineWec & ELMSjust a lineInterviewsjust a lineGloriesjust a linePhotogallery
Staffjust a lineAbout Usjust a lineLinks
 
Altre Notizie  
   
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
   
1|2|3|4|5
 
WEC & ELMS :

Conferenza stampa 24 ore di Le Mans, WEC e ELMS 2016

.
5 febbraio 2016
La presentazione annuale delle categorie legate all’ACO hanno evidenziato una crescita della formula endurance anche per il settore prototipi. Come già anticipato nel corso del 2015, la 24 ore di Le Mans ospiterà due vetture aggiuntive grazie all’allargamento dei box, mentre la ELMS verrà parzialmente rivoluzionata, con una gara in più e con categorie di supporto finalmente interessanti.
   
Presentazione 24 ore Le Mans 2016
     
08/02/2016 -

Legato da tempo a Potel e Chabot, quest’anno l’ACO ha scelto come sede della presentazione dei suo tre campionati maggiori il Pavillon Gabriel, struttura costruita a metà 1800 ed immersa nell’area verde che si estende dall’Elysée fino a Place della Concorde. Partendo dal presupposto che la stagione 2016 non può che essere di transizione verso i nuovi regolamenti definiti per il 2017, la presentazione di Parigi ha offerto spunti interessanti, soprattutto relativamente lo stato di salute di una forma di automobilismo sportivo che negli ultimi anni è riuscito a crescere nonostante le contingenze economiche. Chi in questo contesto fa la parte del leone è sicuramente la ELMS, che vedrà per questa stagione modificare buona parte dell’organizzazione, con tre categorie di contorno fisse ed il  ritorno a week-end di gara di tre giorni. Il risultato è stato evidente, con il numero di iscritti stagionali salito a 44, con le P2, regine della categoria che salgono a 15. Assente l’SMP Racing, che passa nel WEC, e l’Ibanez Racing Service, da tempo fuori dai giochi a causa di problemi di natura societaria cui Jose Ibanez sembra essere ormai abituato, fanno il loro ingresso nella categoria ben cinque team: IDEC Sport Racing, SO24! by Lombard Racing, Courage, DragonSpeed e Panis-Barthez Compétition. Tra Gibson, Morgan e Oreca 03, si vedranno in pista ancora alcune barchette, ma quasi tutti i tema si sono ormai adattati ai nuovi prototipi coupè, tra i quali una BR01, affidata dai russi alla nuova scuderia di Courage, che fa così il proprio ritorno nelle competizioni. Sempre presente con la fedele Gibson ma con nome diverso lo Jota Sport, che per motivi di sponsor diventerà G-Drive Racing.

Rivoluzione pindalica in P3 che, dopo un primo anno di rodaggio, vede il numero di iscritti salito a 20; buon per Ligier che con le sue P3 fornirà tutte le iscritte ad eccezione della Riley che il Murphy Prototype farà scendere in pista. Sparite le Ginetta, che già lo scorso hanno erano sembrati dei veri e propri paracarri, mentre non vedremo in pista la nuova Adess, che qualche mese fa aveva esordito in Asia. Soltanto 9 le berlinette che hanno ufficializzato l’iscrizione, con 5 Ferrari, 2 Porsche e 2 Aston Martin. (Elenco iscritti ELMS 2016)

La crescita della ELMS ha forse limitato il potenziale del WEC che, in ribasso con lo scorso anno, potrà contare su 32 vetture al via. Su questa riduzione pesa soprattutto il ritiro della Nissan ed una contrazione tra le GTAm. Nessuna novità tra le P1, con Koelles che ha confermato un solo prototipo al via, mentre come già si sapeva a Spa non si vedranno le terze macchine in casa Audi e Porsche, conseguenza dello scandalo Volkswagen. Tra le P2 non sono mancate le novità, prima tra tutte l’RGR by Morand, nuova joint-venture tra il gentleman driver Gonzales ed il team manager Morand, noto soprattutto per i problemi avuti lo scorso anno con lo sponsor Kairos ad inizio stagione. La presenza di Albuquerque e Senna al fianco dello stesso Gonzales e l’utilizzo di una Ligier, rendono l’iniziativa tra le più interessanti dell’anno. Si estende anche al WEC la collaborazione tra G-Drive e Jota; in questo caso l’auto utilizzata sarà un’Oreca 05. Il prototipo di Signes è stato scelto anche da Manor e da Alpine, che ovviamente la  ribattezzerà in A460. Sotto il nome della fabbrica di Dieppe scenderà in pista anche il prototipo iscritto dal Baxi DC Racing, che fa capo a David Cheng e che conta sul sostegno del famoso attore Jackie Chan. Tra gli altri prototipi troviamo tra gli iscritti le due BR del team SMP e la Gibson del team Strakka. Assente invece il team KCMG, che a quanto si dice, ha già venduto una delle Oreca 05 acquistate lo scorso anno. Regina di quest’anno sarà invece la GTPro, che vedrà schierate le nuovissime Ford GT e Ferrari 488, indiscusse favorite nei confronti di Porsche e Aston Martin.

Solo sei le GTAm iscritte, ma tra esse troveremo Corvette, Ferrari, Porsche e Aston Martin. Da osservare che il tema SMP, per meglio concentrarsi sulla classe P2, non difenderà il titolo conquistato lo scorso anno lasciando probabilmente vita facile alla Aston Martin di Dalla Lana-Lamy-Lauda. (Elenco iscritti WEC 2016)

Il succo dell’evento è stato ovviamente la pubblicazione della lista invitati alla prossima 24 ore di Le Mans, che francamente qualche sorpresa l’ha regalata. Confermate le P1 del WEC, la P2 è stata oggetto di forti discussioni; se buona parte della stampa francese si è alzata sulle barricate per l’esclusione iniziale del team Curage (quarta riserva), personalmente abbiamo trovato quantomeno singolare il trattamento riservato alla seconda auto del Greaves Motorsport, prima delle escluse. Confermata la presenza del KCMG, la cui Oreca 05 è invitata come vincitrice della scorsa edizione, le principali avversarie saranno le altre provenienti dal WEC, con l’aggiunta del solito Thiriet e la Gibson di Dolan. Da osservare la quasi monomotorizzazione Nissan, con soli due Judd e un Honda presenti. La categoria GTPro, sarà come già detto per il WEC, quella che probabilmente regalerà più emozioni: 14 gli iscritti, con le speranze Ford raccolte nel team Ganassi Usa e UK, quelle Ferrari in AF Corse e in Risi Competizione, Porsche nella squadra ufficiale e nel Dempsey-Proton, mentre Corvette e Aston Martin schiereranno due sole vetture. Molto interessante dovrebbe essere anche il GTAm, con quattro costruttori presenti: poteva esserci anche una Dodge Viper ma l’organizzazione l’ha inserita in settima posizione tra le riserve.

Uno sguardo infine al garage 56, riservato quest’anno alla Morgan di Sausset, il francese quadri-amputato a seguito di un’infezione batterica. Grazie alla collaborazione con OAK Racing, parteciperà alla prossima 24 ore in compagnia del veterano Tinseau e di un terzo pilota ancora da definire. (Elenco iscritti 24 ore di Le Mans 2016)

Infine uno sguardo ai lavori che interessano il circuito di Le Mans: sul rettifilo di partenza prosegue l’ampliamento dei box previsto, mentre all’altezza di Arnage una rotonda verrà costruita al posto dell’attuale curva.

L’appuntamento è per fine marzo, con i test collettivi di ELMS e WEC sul circuito del Castellet

 
a cura di Marco Zanello
Photo Copyright 2016 John Rourke
 

stampa l'articolo Stampa l'Articolo
invia l'articolo Inoltra ad un amico

 


   

Condividi su:

Condividi su Facebook
Condividi su Yahoo
Condividi su Ok Notizie
Condividi su Digg

 

[ Torna all'elenco articoli ]


 
© 2003/2020 Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari.
Tutti gli articoli, le fotografie e gli elementi grafici presenti in questo sito sono soggetti alle norme vigenti sul diritto d'autore; é quindi severamente vietato riprodurre o utilizzare anche parzialmente ogni elemento delle pagine in questione senza l'autorizzazione del responsabile del sito.