Connectingrod.it - homepage
English Version   
       
Email US Connectincrod.it on Facebook twitter Connectingrod  
       
Historical Carjust a lineHistorical Race Carjust a lineHistorical Eventsjust a lineShort Newsjust a lineWec & ELMSjust a lineInterviewsjust a lineGloriesjust a linePhotogallery
Staffjust a lineAbout Usjust a lineLinks
 
Altre Notizie  
   
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
   
1|2|3|4|5
 
WEC & ELMS :

24 ore di Le Mans 2016 - Prove Mercoledi

.
Prima giornata di prove caratterizzata dalle ottime prestazioni di Porsche e Toyota, mentre Audi è sembrata in difficoltà. In P2 ancora una volta ha primeggiato Rast, davanti alle due Alpine mentre in GTAm la lotta sembra accesa tra Ferrari e Aston Martin. Splendido lo spettacolo offerto in GTPro, dove finalmente la Ford ha calato le proprie carte, mostrandosi estremamente competitiva.
   
24 Hours Le Mans 2016
     
16/06/2016 -

Chi sarà il vincitore della 24 ore di Le Mans 2016 lo sapremo soltanto domenica pomeriggio, ma sin dalla prima giornata è apparso chiaro che le pretendenti più accreditate per la vittoria sono Porsche e Toyota. Soprattutto in serata, durante le due ore di qualifiche, il potenziale di questi due prototipi è apparso chiaro: quello della casa di Stoccarda resta indiscutibilmente il più veloce, soprattutto in qualifica, mentre quello giapponese mostra una continua crescita, candidandosi a tutti gli effetti per la vittoria finale. E se il secondo di distacco pagato in prova pare frutto più della situazione creatasi con il rischio del maltempo, che non il responso del reale potenziale a disposizione, in gara la differenza potrebbe essere davvero contenuta, lasciando così spazio alle incognite che una gara di 24 ore può generare. Decisamente più in difficoltà la Audi, con le due vetture a lungo ai box per risolvere problemi di natura tecnica: la vettura di Fassler-Lotterer-Treluyer ha pagato un ritardo prossimo ai tre secondi dalla testa della classica, mentre la gemella ha girato soltanto negli ultimi minuti a causa di un problema al differenziale, scaturito probabilmente da un passaggio troppo incisivo di Di Grassi su di un cordolo. Segno che il prototipo tedesco è tanto complesso quanto delicato, circostanza controproducente se si deve affrontare una competizione cosi lunga. Di questa situazione si preparano ad avvantaggiarsi le Rebellion, a lungo in pista nel tentativo di trovare un buon passo dopo aver ormai dimostrato di aver raggiunto una buona competitività. I 7” di ritardo dalla vetta ne sono la dimostrazione tangibile e dopo i due terzi posti di Silverstone e Spa, se le vetture svizzere non incontreranno particolari problemi, potrebbero tentare finalmente di salire sul podio di Le Mans. Ben diversa situazione per l’altra P1 non ibrida, la CLM, protagonista suo malgrado di un incendio quando mancavano poche decine di minuti alla fine delle libere. Il dubbio a questo punto è che la macchina possa partecipare alla gara. In P2 ancora una volta il mattatore è stato Rast, che dopo la prestazione non eccezionale dello scorso anno con Audi, sembra aver scoperto la pozione della velocità. Alle sue spalle le due Alpine, a dimostrazione che in questo momento le Oreca sono decisamente più veloci delle Ligier, la prima delle quali è soltanto quinta. Non pervenute invece le prestazioni di Gibson e Br, decisamente più staccate. Molta, troppa fatica anche per Porsche, Corvette ed Aston Martin in GTPro, dove al contrario è già iniziata la battaglia per il primato tra Ford e Ferrari. Le vetture di Detroit hanno dimostrato di essersi mascherate nei primi due appuntamenti stagionali, cogliendo invece ieri il miglior tempo di categoria e piazzando le quattro iscritte nei primi cinque posti. Solo Bruni con la Ferrari è riuscito ad inserirsi nella lotta, mentre in casa Risi, una uscita di pista di Fisichella ha costretto i meccanici ad un duro lavoro. Lotta tra Aston Martin e Ferrari in GTAm, mentre anche qui Porsche e Corvette sembrano pagare dazio. Uno sguardo infine alla Morgan iscritta dal quadri amputato Sausset: nelle prove ddi ieri l’esperto Tinseau ha piazzato la vettura al trentesimo posto assoluto, prendendosi il lusso di mettere dietro di se due P2. Niente male per un progetto che ha come scopo quello di sensibilizzare l’opinione pubblica!

 

RISULTATI PRIMA SESSIONE QUALIFICHE

 
a cura di Marco Zanello
Photo by Giacomo Zanello - Marco Zanello
 

Vai Alla Gallery  Photogallery " 24 ORE DI LE MANS 2016 - PROVE DEL MERCOLEDI
   

stampa l'articolo Stampa l'Articolo
invia l'articolo Inoltra ad un amico

 


   

Condividi su:

Condividi su Facebook
Condividi su Yahoo
Condividi su Ok Notizie
Condividi su Digg

 

[ Torna all'elenco articoli ]


 
© 2003/2017 Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari.
Tutti gli articoli, le fotografie e gli elementi grafici presenti in questo sito sono soggetti alle norme vigenti sul diritto d'autore; é quindi severamente vietato riprodurre o utilizzare anche parzialmente ogni elemento delle pagine in questione senza l'autorizzazione del responsabile del sito.