Connectingrod.it - homepage
English Version   
       
Email US Connectincrod.it on Facebook twitter Connectingrod  
       
Historical Carjust a lineHistorical Race Carjust a lineHistorical Eventsjust a lineShort Newsjust a lineWec & ELMSjust a lineInterviewsjust a lineGloriesjust a linePhotogallery
Staffjust a lineAbout Usjust a lineLinks
 
Altre Notizie  
   
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
   
3|4|5|6|7
 
Eventi Storici :

Gran Premio Storico di Monaco 2018 - Classe D

.
11-13 maggio 2018
SÚrie D - Voitures de Grand Prix F1 de 1961 Ó 1965 inclus
   
GP de Monaco Historique 2018 - serie D
     
16/05/2018 -

All’intero del nugolo di Brabham, Lotus e Cooper, alcune in predicato per la vittoria, non sono mancate monoposto la cui partecipazione ad eventi come questo è quanto mai rara. Tra tutte la Assegai F1, la monoposto progettata nel 1962 dal pilota Sud Africano Tony Kotze. Caratterizzata da un telaio ispirato alle Lotus di Chapman, monta in posizione centrale un motore Alfa Romeo da 1500cc, lo stesso della mitica Giulietta, ed un cambio Colotti, che presto si dimostrò il tallone di Achille della monoposto. La storia della vettura è decisamente incerta: il pilota-costruttore ne perse le tracce dopo averla affidata ad una famiglia di Paarl perché ne curasse il restauro e solo recentemente e riemersa dall’oblio.

Tra le vetture più titolate, la Lotus 25 condotta da Middlehurst, vincitrice di ben sette GP tra il 1962 e il 1963 con Clark. Anche in questa occasione, la vettura ha mantenuto fede al suo blasone ottenendo Pole Position e vittoria e permettendo a Middlehurst di bissare il successo ottenuto nel 2016.

Per il pilota inglese non è stata un’operazione facile, braccato dalla Ferrari 512 ex Surtees-Bandini di Joe Colasacco, che fino all’ultimo ha tentato di insidiare la sua leadership.

Bella anche la lotta per il terzo posto, che ha visto opposte la Brabham BT7 di James King, vettura con cui Gurney vinse in Francia e in Messico nel 1964, e la BT11 di Nearburg: i due piloti sono rimasti a lungo l’uno nella scia dell’altro, prima di concludere nell’ordine.

Sfortunatamente per Ian Rowley, pilota dell’Assegai, una gara iniziata molto bene, grazie al quinto tempo ottenuto in qualifica, si è conclusa nel peggiore dei modi a causa di una brutta botta contro il guard rail del Tabaccaio, che ha interessato anche la BRP 64 di Kurt Delbene e dalla quale la vettura ne è uscita davvero malconcia.

 

RISULTATI QUALIFICHE

RISULTATI GARA

 

 
a cura di Marco Zanello & Stefano Costantino
Photo Giacomo Zanello
 

Vai Alla Gallery  Photogallery " Gran Premio Storico di Monaco 2018- Serie D - Voitutres de Grand Prix F1 de 1961 a 1965 inclus
   

stampa l'articolo Stampa l'Articolo
invia l'articolo Inoltra ad un amico

 


   

Condividi su:

Condividi su Facebook
Condividi su Yahoo
Condividi su Ok Notizie
Condividi su Digg

 

[ Torna all'elenco articoli ]


 
© 2003/2018 Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari.
Tutti gli articoli, le fotografie e gli elementi grafici presenti in questo sito sono soggetti alle norme vigenti sul diritto d'autore; é quindi severamente vietato riprodurre o utilizzare anche parzialmente ogni elemento delle pagine in questione senza l'autorizzazione del responsabile del sito.