Connectingrod.it - homepage
English Version   
       
Email US Connectincrod.it on Facebook twitter Connectingrod  
       
Historical Carjust a lineHistorical Race Carjust a lineHistorical Eventsjust a lineShort Newsjust a lineWec & ELMSjust a lineInterviewsjust a lineGloriesjust a linePhotogallery
Staffjust a lineAbout Usjust a lineLinks
 
Altre Notizie  
   
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
   
1|2|3|4|5
 
WEC & ELMS :

Conferenza stampa 24 ore di Le Mans, WEC e ELMS 2015

.
5 febbraio 2015
Nella prestigiosa sede Parigina di Potel & Chabot è stato presentato il programma delle discipline Endurance gestite dall’ACO e dalla FIA. Ufficializzate le ammissioni alla 24 ore di Le Mans, dove cresce il numero di prototipi e si contrae quello delle berlinette. Gradito ritorno del team Larbre con una Corvette in GTAm.
   
Conferenza Stampa 24 ore di Le Mans
     
08/02/2015 -

I campionati endurance più prestigiosi sono ripartiti ufficialmente a Parigi, con la conferenza stampa organizzata nel salone Mewès del padiglione Cambon Capucines, sede  principale di Potel e Chabot, nota casa organizzatrice di eventi e ricevimenti, a due passi dalla Madeleine e da Place de l’Opera.

L’evento, che ormai si ripete da alcuni anni, ha permesso di fare un po’ di chiarezza dopo le tante voci trapelate nel corso degli ultimi mesi, anche se ovviamente la sicurezza sul numero di iscritti si avrà soltanto alla vigili della prima gara.

Un primo sguardo alla ELMS, che dopo tre anni ritorna a contenere quattro categorie, grazie all’ingresso delle P3. Al momento tutte e 7 le vetture iscritte sono delle Ginetta-Juno, unico prototipo corrispondente al regolamento, ma nei prossimi mesi, con l’omologazione di nuovi modelli, si potrebbe assistere a qualche ingresso aggiuntivo. Buone notizie anche sul fronte delle P2, con l’ufficializzazione di 12 prototipi: fuori l’Alpine e il Morand, che passano al WEC, il gruppo si arricchisce con l’arrivo del Krohn Racing e dell’Algarve Pro Racing, entrambi con una Ligier JSP2 e dell’Ibanez Racing, che metterà in pista due Oreca 03R che dovrebbero essere ribattezzate Wolf GB08. In quest’ultimo caso, il team correrà sotto la bandiera di San Marino, e tutta la gestione tecnica verrà lasciata alla famiglia Bellarosa. Tra le novità la nuova Gibson 015S, ovvero la vecchia Zytek opportunamente aggiornata al punto da rendere necessaria una nuova omologazione, e la BR01, il coupé progettato appositamente per il team SMP da Paolo Catone. Interessante anche l’arrivo del team Eurasia, dopo l’esperienza raccolta in ALMS con un’Oreca 03R, mentre la prima Oreca 05 sarà utilizzata dal TDS, che alla ricerca della massima competitività è passato recentemente attraverso differenti modelli. Pressoché immutata la situazione in GTE, con 9 berlinette iscritte, tra le quali spiccano ben 6 Ferrari, mentre in GTC si registrano soltanto 6 iscrizioni: tuttavia è proprio in questa categoria che lo scorso anno si sono registrate le maggiori iscrizioni a gettone e, probabilmente, la stessa cosa dovrebbe succedere in questa stagione. Infine il calendario, perfetta fotocopia di quello della scorsa stagione. Resta il fatto che 34 iscritti per un campionato che nel 2012 era dato per finito, sono davvero un bel risultato. (Elenco iscritti ELMS 2015)

La grande novità del WEC è invece il sostanziale ritorno delle P2, dopo la sostanziale assenza dello scorso anno. Dalle 3-5 macchine del 2014, si è passati alle 10 annunciate per questa stagione. In particolare nell’elenco figurano nomi di spicco dell’automobilismo e, quanto meglio, marchi tra i più prestigiosi: Ligier, HDP, Morgan, Dome e Oreca si daranno battaglia per il titolo mondiale. Eccellente l’elenco dei prototipi più potenti, dove alle iscritte dello scorso anno, si aggiungeranno le nuove Nissan GT-LM Nismo, presentate alcuni giorni fa durante il Superbowl. Durante la conferenza sono stati ufficializzati come piloti Pla, Tincknell e Matsuda, che si aggiungono al già annunciato Gené. In casa Audi Jarvis prenderà il posto lasciato vacante da Kristensen, mentre in casa Toyota Lapierre verrà sostituito da Conway. Tra le non ibride la Rebellion ha deciso di sostituire i motori Toyota con l’AER, seguendo la strada già percorsa lo scorso anno dalla CLM: quest’ultima dovrebbe proseguire il programma P1 con una vettura ampiamente modificata, anche se non mancano i dubbi legati alla gestione Kolles. In GTPro continua la sfida tra Ferrari, Porsche e Aston Martin, con la casa britannica che farà scendere in pista i due equipaggi classici, più un terzo composto da piloti danesi che fino alla scorsa stagione gareggiava nella categoria GTAm. In quest’ultimo gruppo si segnala il gradito ritorno del team Larbre, con una Corvette, dopo la parentesi lampo dello scorso anno in P2. Il team SMP riduce il suo impegno ma resta nel mondiale con una Ferrari iscritta in questa categoria mentre per la prima volta Dempsey correrà nel campionato sempre in collaborazione con il team Proton. Il calendario del campionato muta leggermente, con la cancellazione della prova di Sao Paulo e l’introduzione di una manche europea in più, da disputarsi sul circuito del Nurburgring a fine agosto. (Elenco iscritti WEC 2015)

Ovviamente ampio spazio è stato riservato alla selezione effettuata per la prova principe, la 24 ore di Le Mans. Anticipato che per questa edizione non ci sarà alcuna vettura rappresentante le nuove tecnologie dal momento che i dossier consegnati non hanno destato sufficiente interesse, e che per quest’anno le riserve non si divideranno per categoria, ma sostituiranno eventuali forfait esattamente nell’ordine loro dato. Tra le P1, alle vetture iscritte al WEC si aggiungeranno una Audi, una Nissan e una Porsche: proprio durante la conferenza sono stati ufficializzati Bamber e Tandy come compagni di Hulkemberg sulla terza 919. Tutte e tre le vetture saranno autorizzate a correre anche la gara di Spa-Francorchamps. La Toyota resterà invece sulla scelta delle due iscrizioni, nella consapevolezza di non essere in grado di gestire la terza vettura. Addirittura 20 le iscrizioni in P2, ovviamente un potpourri tra gli iscritte del WEC e della ELMS. Gradito il ritorno di Nicolet, alla guida di una Ligier, costruttore-pilota che non ha resistito alla pulsione di ritornare alla guida dopo un anno di stop. In GtPro le iscritte saranno 9, con le due Corvette semi-ufficiali che andranno ad aggiungersi alle iscritte del WEC, mentre in GTAm scenderanno in pista 13 berlinette, tra le quali due datate Porsche 911 Gt3-RSR iscritte dal team Taiwanese AAI. (Elenco iscritti 24 ore di Le Mans 2015)

Tra le novità comunicate durante la conferenza, la decisione di offrire la carica di Grand Marshal della 24 ore 2015 a Kristensen, ritiratosi dalla scena agonistica a fine 2014. Qualche notizia anche dal punto di vista della sicurezza. Grossi miglioramenti si avranno nell’area che va da Mulsanne alla prima curva Porsche, con ampiamento delle vie di fuga e messa in sicurezza di alcune aree abitate. Particolare interesse per le Slow Zone, una delle introduzioni più indovinate dello scorso anno: il loro numero quest’anno verrà aumentato in modo da ridurne la lunghezza e la velocità di percorrenza passerà da 60 a 80 km/h. Ridotti anche i treni di gomme utilizzabili, in particolare per le P1, ad indicazione di come l’ACO continui a perseguire l’obiettivo di una parziale riduzione dei costi.

 
a cura di Marco Zanello
Photo Giacomo Zanello
 

Vai Alla Gallery  Photogallery " Conferenza stampa 24 ore di Le Mans, WEC e ELMS 2015
   

stampa l'articolo Stampa l'Articolo
invia l'articolo Inoltra ad un amico

 


   

Condividi su:

Condividi su Facebook
Condividi su Yahoo
Condividi su Ok Notizie
Condividi su Digg

 

[ Torna all'elenco articoli ]


 
© 2003/2022 Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari.
Tutti gli articoli, le fotografie e gli elementi grafici presenti in questo sito sono soggetti alle norme vigenti sul diritto d'autore; é quindi severamente vietato riprodurre o utilizzare anche parzialmente ogni elemento delle pagine in questione senza l'autorizzazione del responsabile del sito.