Connectingrod.it - homepage
English Version   
       
Email US Connectincrod.it on Facebook twitter Connectingrod  
       
Historical Carjust a lineHistorical Race Carjust a lineHistorical Eventsjust a lineShort Newsjust a lineWec & ELMSjust a lineInterviewsjust a lineGloriesjust a linePhotogallery
Staffjust a lineAbout Usjust a lineLinks
 
      Eventi Storici
 

Gran Premio Storico di Monaco 2018 - Classe A


						Gran Premio Storico di Monaco 2018 - Classe A
16/05/2018, 10:55:27
Nella serie dedicata alle vetture d’anteguerra, il parco macchine è sempre bello e vario, con il solito plotone di Bugatti 35, una piccola e coraggiosa Amilcar, Maserati in varie declinazioni, Frazer Nash, Delage e Talbot Lago, ma la bandiera a scacchi finisce sempre per salutare al primo posto una ERA. Poca gloria ai suoi tempi, tanta gloria qui nel Principato ai giorni nostri. Nelle qualifiche la fanno da padroni il solito Gans, seguito da Dowling e Topliss. Prova ad opporsi Sinopoli con la Maserati 6CM/4CM, mentre è quasi miracolosa la prestazione di Halusa, che porta la sua Bugatti 35C al quinto posto in griglia. In gara è la ERA di Dowling ad avere la meglio ... Vai all'articolo
   

Gran Premio Storico di Monaco 2018 - Classe B


						Gran Premio Storico di Monaco 2018 - Classe B
16/05/2018, 10:55:17
La categoria che rende omaggio alle ultime monoposto di F1 progettate con motore anteriore, è stata una di quelle che ha offerto meno dal punto di vista storico: dei ventitré telai iscritti, infatti, nessuno può vantare una vittoria in un GP valido per il campionato del mondo. L’unico telaio ad aver conquistato un podio è la Maserati 250F di Dumolin, terza a Monaco nel ’57 nelle mani Masten Gregory. Se il palmarès non è così solido, non sono mancate però le vetture interessanti, come la Ferrari 246 ex Phil Hill, la Scarab F1, La Talbot Lago T26C, con la quale Gianfranco Comotti ottenne il quarto posto al GP di Francia del ... Vai all'articolo
   

Gran Premio Storico di Monaco 2018 - Classe C


						Gran Premio Storico di Monaco 2018 - Classe C
16/05/2018, 10:55:05
A Monaco le vetture sport hanno sostituito le monoposto in un solo anno, il 1952. Ma la classe C, creata in ricordo di quella edizione, è da sempre una costante del Gran Premio Storico di Monaco, con vetture dall’elevato valore collezionistico e dalle forme spesso più coinvolgenti e fantasiose di una monoposto. Su tutte, imbattibile l’eleganza delle Maserati A6GCS o delle più potenti 300S. Non essendo un concorso di eleganza, le coppe a Monaco si vincono correndo e qui emerge la superiorità dei telai inglesi: la fa da padrone Chris Ward con una Cooper Jaguar T33. Nemmeno il temporale, che si abbatte sulla pista domenica pomeriggio, riesce a fermare ... Vai all'articolo
   

Gran Premio Storico di Monaco 2018 - Classe D


						Gran Premio Storico di Monaco 2018 - Classe D
16/05/2018, 10:54:53
All’intero del nugolo di Brabham, Lotus e Cooper, alcune in predicato per la vittoria, non sono mancate monoposto la cui partecipazione ad eventi come questo è quanto mai rara. Tra tutte la Assegai F1, la monoposto progettata nel 1962 dal pilota Sud Africano Tony Kotze. Caratterizzata da un telaio ispirato alle Lotus di Chapman, monta in posizione centrale un motore Alfa Romeo da 1500cc, lo stesso della mitica Giulietta, ed un cambio Colotti, che presto si dimostrò il tallone di Achille della monoposto. La storia della vettura è decisamente incerta: il pilota-costruttore ne perse le tracce dopo averla affidata ad una famiglia di Paarl perché ne curasse il restauro ... Vai all'articolo
   

Gran Premio Storico di Monaco 2018 - Classe F


						Gran Premio Storico di Monaco 2018 - Classe F
16/05/2018, 10:54:33
Ci sono le macchine ci sono i piloti: delle sette categorie presenti, quella che ha interessato le F1 costruite dal ’73 al ’76 ha raccolto il maggior numero di piloti professionisti. Accanto a vetture prestigiose, altre molto meno blasonate che non hanno mai conosciuto il successo: la Token RJ02 e la Trojan T103, che nel 1974 tentarono la strada della Formula 1, la Maki F101C, che anche se per un solo GP rappresentò il ritorno del Giappone in F1 dopo l’abbandono della Honda. Infine la Amon F01, il sogno mai sbocciato del grande Chris. La pioggia che si è abbattuta sul circuito durante la corsa ha come sempre rimescolato parecchio le carte. Dopo due giri ... Vai all'articolo
   

Gran Premio Storico di Monaco 2018 - Classe G


						Gran Premio Storico di Monaco 2018 - Classe G
16/05/2018, 10:54:23
Dopo anni in cui il format dell’evento è rimasto congelato, l’ACM ha deciso di eliminare la categoria riservata alternativamente alle Formula Junior ed alle Formula 3 a favore delle ben più potenti Formula 1 costruite tra il 1977 e il 1980. Brabham BT49, Ligier JS11/15 e Williams FW07 tra i modelli più ricchi di storia, ma anche l’eterna Lotus 80 e la Lec CRP1, la famosa macchina “frigorifero” voluta da David Purley. Ovviamente non si tratta della macchina protagonista dell’incredibile incidente di Silverstone, ma di un secondo modello, costruito intorno alla scocca di riserva, che permise all’inglese di ritornare a correre in formula ... Vai all'articolo
   

Gran Premio Storico di Monaco 2018 - Classe E


						Gran Premio Storico di Monaco 2018 - Classe E
16/05/2018, 10:54:12
Se la Lotus 49 è stata una delle vetture di F1 che più ha influenzato la storia della F1, non fosse altro perché su di essa venne montato il primo motore Cosworth, avere l’occasione di toccare con mano il telaio che portò la prima vittoria nel GP d’Olanda del 1968, è stata davvero una grande emozione. La monoposto giallo-verde è stata portata in pista da Chris Mac Allister, che già l’aveva schierata nel principato alcuni anni fa: all’epoca finì contro le barriere di St. Devote. Forse memore della brutta botta, l’inglese ha condotto quest’anno con maggiore attenzione, finendo però, in certi momenti, ... Vai all'articolo
   

DIX MILLE TOURS 2016 - TROFEO NASTRO ROSSO


						DIX MILLE TOURS 2016 - TROFEO NASTRO ROSSO
07/10/2016, 23:28:03
Difficile commentare una categoria in cui l’eleganza conta più del risultato in pista. E non potrebbe essere altrimenti considerando che i gioielli di casa Italia, sia che valgano milioni o solo qualche decina di migliaia di euro, restano probabilmente i più affascinanti ed ambiti dai collezionisti. Con Monteverde dominatore di prove ed entrambe le gare alla guida della Ferrari 250LM, e Halusa due volte secondo con l’unica Ferrari 250 Gt Breadvan esistente, il gradino del podio è stato occupato in gara uno dalla Bizzarrini di Nolte, che ha così rotto l’egemonia del cavallino rampante, mentre in gara due ha avuto la meglio Gjzen, sulla Ferrari 275 ... Vai all'articolo
   

Dix Mille Tours del Castellet 2016 -CER


						Dix Mille Tours del Castellet 2016 -CER
07/10/2016, 23:12:06

C.E.R. 1 Una volta tanto la CER1 non ha offerto le emozioni che era lecito attendersi. Lo spettacolo in pista è stato agonisticamente meno interessante rispetto alle precedenti occasioni, ma a deludere è stato soprattutto l’atteggiamento di alcuni piloti che, portati dei veri e propri gioielli sull’altipiano più famoso del Var, li hanno però tenuti sotto naftalina, impedendo al pubblico sopraggiunto di apprezzarle anche solo per qualche giro di pista. E’ stato il caso di Monteverde, che ha lasciato la sua Porsche 917, decorata con i colori Salzburg, costantemente nel paddock, o quello dell’americano Read, che ... Vai all'articolo

   

DIX MILLE TOURS 2016 - SIXTIES' ENDURANCE


						DIX MILLE TOURS 2016 - SIXTIES' ENDURANCE
07/10/2016, 23:03:01
I piloti della Sixties Endurance, gara Endurance della manifestazione, hanno temuto per tutta la mattinata il ripetersi di quanto accaduto lo scorso anno, quando la gara era stata annullata per eccessiva pioggia. Allarme rientrato quando ad inizio del primo pomeriggio il maltempo si è allontanato, facendo spazio, proprio nella serata, anche a qualche raggio di sole. La gara tuttavia non ha avuto storia, con il Poleman Dumolin che ha fatto letteralmente volare la sua Shelby Cobra, conquistano insieme al compagno Van Riet la vittoria con quasi un minuto di vantaggio sulla vettura gemella di Gill. I tanti ritiri tra le vetture più veloci, a partire dalla Cobra di Monteverde-Pearson ... Vai all'articolo
   

Dix Mille Tours del Castellet 2016 -GROUP C


						Dix Mille Tours del Castellet 2016 -GROUP C
07/10/2016, 22:36:30
Il Group C Racing non è una creatura di Patrik Peter, ma a tutti gli effetti si può dire che l’organizzatore francese l’abbia adottato a pieno titolo. E come farebbe un padre amorevole, non perde occasione per mostrare quanto tenga al proprio figliolo:­­ proprio al Castellet il francese ha voluto riunirsi con tutti i piloti della categoria per definire il calendario 2017: l’appuntamento di Jarama non ha raccolto quest’anno l’apprezzamento della categoria, ed è stato deciso di sostituirla con una prova a Silverstone, che dovrebbe disputarsi approssimativamente dopo quella di Monza. Ed in fondo tutto questo ha il suo riscontro: durante ... Vai all'articolo
   

Dix Mille Tours del Castellet 2016 -HERITAGE TOURING CUP


						Dix Mille Tours del Castellet 2016 -HERITAGE TOURING CUP
07/10/2016, 19:33:10
In pochi, quando questa categoria dedicata alle “signore” protagoniste delle gare di durata turismo degli anni settata venne presentata nel corso della Spa Classic, potevano immaginare che nel tempo ottenesse un così grande successo. Ed invece dopo alcune stagioni di apprendistato, è riuscita a guadagnarsi una grande popolarità, arrivando a contare ben 34 vetture iscritte al Castellet. La gara è stata meno interessante del previsto, con la coppia Tromans-Meaden, vincitrice dopo aver fatto registrare la Pole Position alla guida della Ford Capri 3100 RS. Secondi Huxley-Greensall su Mustang mentre il terzo posto è stato ottenuto da Gill su Ford Escort ... Vai all'articolo
   

Gran Premio Storico di Monaco 2016 - Serie A


						Gran Premio Storico di Monaco 2016 - Serie A
18/05/2016, 22:31:08
Per l’edizione 2016, come abbiamo già scritto nell’introduzione dell’evento, alle vetture ante guerra sono state dedicate soltanto due parate della durata di 20 minuti cadauna, che non hanno incontrato il favore dei collezionisti: probabilmente gli stessi organizzatori si auguravano qualcosa di più rispetto ai soli 14 iscritti. Tra le varie Bugatti, Aston Martin, MG e Alfa Romeo scese in pista, uno spazio particolare se l’è ritagliata una splendida Mercedes SSK del 1929, del tutto simile a quella utilizzata nel primo Gran Premio di Monaco dal grande Rudolf Caracciola. Siglata originariamente dalla casa tedesca,  come W06, è nota ai più ... Vai all'articolo
   

Gran Premio Storico di Monaco 2016 - Serie B


						Gran Premio Storico di Monaco 2016 - Serie B
18/05/2016, 18:59:01
La scelta di limitare una tantum l’iscrizione a questa serie alle sole monoposto a motore anteriore ha stravolto gli equilibri, aprendo spiragli di vittoria anche a coloro che nelle ultime edizioni avevano dovuto accontentarsi di una buona posizione finale. Fuori le Cooper a motore posteriore, Tony Wood ripete con la sua interessante Tec-Mec la Pole ottenuta già nel 2014, precedendo la Scarab di Julian Bronson ed il vincitore della passata edizione Roger Wills, passato alla Lotus 16. Al di la dei risultati in pista, la monoposto americana, motorizzata la un quattro cilindri Offenhauser, è stata quella che maggiormente ha incuriosito il pubblico addentratosi nel paddock, grazie ... Vai all'articolo
   

Dix Mille Tours del Castellet 2015 - HERITAGE TOURING CUP


						Dix Mille Tours del Castellet 2015 - HERITAGE TOURING CUP
08/10/2015, 23:46:42
Rispetto alla scorsa stagione questa categoria ha potuto contare su di un numero di iscritti davvero importante, con 35 vetture allineatesi sullo schieramento di partenza. Presenti un gran numero di Ford Capri, rappresentanti varie evoluzioni di una delle vetture più vincenti nel mondo delle turismo. In prova il miglior tempo è stato realizzato dalla coppia Smith-Soper (Ford Capri 3100), con un margine di 5” su Dance (Ford Capri 2600RS) e sulla coppia Summer-Meaden (Rover Vitesse). In gara gli autori della Pole Position sembrano avere gioco facile ma, dopo soltanto tre giri un problema tecnico li costringe all’abbandono. La lotta per la prima posizione si catalizza ... Vai all'articolo
   

Dix Mille Tours del Castellet 2015 - U2TC


						Dix Mille Tours del Castellet 2015 - U2TC
08/10/2015, 23:42:34
Per il secondo anno consecutivo inserita in questo evento, la categoria riservata alle berlinette sotto i due litri di cilindrata è stata chiamata ad aprire l’evento. Fatto particolare la presenza dello stesso pilota su due macchine: Meaden si divide come compagno di squadra sia di Tromans che di Tomlin, entrambi su Ford Cortina. Durante la sessione di qualifiche i piloti hanno dovuto fare i conti con l’asfalto bagnato, ma una volta tanto, la situazione non ha alterato particolarmente i valori in campo. Pole Position per Kremer (Ford Cortina), davanti alla BMW 1800 TiSA di Shaw e all’altra Ford Cortina della coppia Tomlin-Meaden, mentre dal quarto in poi i distacchi ... Vai all'articolo
   

Dix Mille Tours del Castellet 2015 - TROFEO NASTRO ROSSO


						Dix Mille Tours del Castellet 2015 - TROFEO NASTRO ROSSO
08/10/2015, 23:34:54
Unica categoria a disputare due corse nel week-end, il Trofeo Nastro Rosso ha potuto contare su un ricco schieramento di partenza. Eleganza, sobrietà e ricchezza di dettagli hanno fatto da cornice al paddock allestito per questi gioielli made in Italy, tra i quali si sono distinte due Ferrari 250LM, la curiosissima Ferrari 250 GT Drogo, progettata da Giotto Bizzarrini oltre alle curiose Cooper-Maserati, Alfa Romeo, ecc. In prova il più veloce è stato Knapfield sulla Ferrari 275GTB, davanti a Monteverde sulla Ferrari 250LM e alla ISO Grifo di De Siebenthal-Vananty. Fuori subito Knapfield a causa di un problema tecnico che gli impedisce persino di schierarsi, Monteverde prende ... Vai all'articolo
   

Dix Mille Tours del Castellet 2015 - SIXTIES ENDURANCE


						Dix Mille Tours del Castellet 2015 - SIXTIES ENDURANCE
08/10/2015, 23:27:52
Come già detto in introduzione la gara, partita alle 17:05 del sabato è stata ben presto fermata e poi annullata a causa della forte perturbazione abbattutasi sul circuito. In prova peraltro, la Pole non era andata come d’abitudine ad una Cobra, bensì alla Mustang 350 della coppia Joy-Nato. Il via della gara viene dato sotto safety car, che resta in pista fino al quarto giro. A pista libera la Mustang di testa impone un ritmo indiavolato che nessuno è in grado di imitare, ma alle sue spalle sono molte le vetture a soffrire l’acquaplaning. Si decide allora di far rientrare in pista la Safety car fino a quando, al sesto giro, il peggiorare delle condizioni ... Vai all'articolo
   

Dix Mille Tours del Castellet 2015 - GROUP C RACING


						Dix Mille Tours del Castellet 2015 - GROUP C RACING
08/10/2015, 23:20:36
L’interesse per questa categoria è sempre altissimo, anche se non si può negare che negli ultimi anni, l’assottigliamento delle liste iscritti abbia tolto parte del fascino. A mancare non sono tanto i pezzi interessanti, quanto piuttosto un numero di partecipanti che renda avvincenti queste competizioni. E’ stato il caso del Paul Ricard, dove soltanto diciassette gruppi C sono entrati in pista. Durante le due sessioni di prove, entrambe svolte su pista umida, la Pole Position è andata a d’Ansembourg (Jaguar XJR14), con soli due decimi di margine su Eyre (Jaguar XJR16) e Kubota (Nissan R90CK). Il giapponese tuttavia soffre a fine sessione un problema ... Vai all'articolo
   

Dix Mille Tours del Castellet 2015 - CER


						Dix Mille Tours del Castellet 2015 - CER
08/10/2015, 22:58:01

C.E.R.1 Il Classic Endurance Racing si distingue sempre per le vetture presenti in pista ma in questa occasione il livello storico di pezzi scesi in pista è stato decisamente elevato. Tra tutte un posto d’eccezione lo hanno ritagliato la Porsche 908LH che nel 1968 venne portata in pista dalla plurititolata coppia Scarfiotti-Mitter, e la 917 Spyder che Jo Siffert portò in pista sia nella Can Am che nell’Interserie, ottenendo importanti piazzamenti oltre ad una vittoria ad Imola nel 1972. Per l’occasione i due bolidi sono stati portati in pista da due mostri sacri come Larrousse e Barth, anche se con poco successo. In qualifica ... Vai all'articolo

   
   
  1|2|3|4    


[INDIETRO]

 
© 2003/2018 Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari.
Tutti gli articoli, le fotografie e gli elementi grafici presenti in questo sito sono soggetti alle norme vigenti sul diritto d'autore; é quindi severamente vietato riprodurre o utilizzare anche parzialmente ogni elemento delle pagine in questione senza l'autorizzazione del responsabile del sito.